Definisci obiettivi efficaci e centra il risultato

Obiettivi efficaci

Se c’è una cosa che caratterizza gli atleti di alto livello è l’aver costantemente chiari i propri obiettivi. Ogni singolo successo, grande o piccolo che sia, inizia sempre e comunque dalla definizione di obiettivi efficaci. Il motivo è molto semplice: decidere cosa si vuole ottenere, in quanto tempo e con quale strategia dirige l’attenzione e accresce la motivazione, l’autoefficacia e, quindi, la possibilità di successo. Può fare così tanto un semplice obiettivo? Sì, ma solo se è ben definito. Un obiettivo può essere di prestazione o di risultato, può essere a breve, a medio o a lungo termine, può essere tecnico, atletico o mentale. Sono tanti gli aspetti da tenere in considerazione quando si definisce un obiettivo e nei prossimi articoli li toccheremo tutti. In questo, però, voglio concentrarmi sulle regole fondamentali per rendere un obiettivo efficace: un obiettivo deve essere SMARTER.

Un obiettivo efficace deve essere SMARTER

Fu nel 1954 che l’economista Drucker, nel suo libro “The Practice of Management”, propose un primo modello per definire obiettivi efficaci creando l’acronimo SMART. Ma a partire dagli anni ’80, sono numerose le modifiche e gli ampliamenti che diversi autori hanno apportato a questo modello. Nei miei percorsi di Mental Coaching utilizzo una versione che, rispetto all’originale, ha subito qualche modifica ed è stata arricchita da due lettere, la E e la R. Eccola:

S - SPECIFIC - Specifico

Il primo importante step per rendere un obiettivo efficace è verificare che questo sia specifico, chiaro e concreto. Un obiettivo specifico deve rispondere a queste 5 domande:

  • Chi? Questa domanda ci serve a capire chi sono, oltre a noi, le persone coinvolte nel nostro percorso di raggiungimento dell’obiettivo.
  • Cosa? Definire nel modo più dettagliato possibile ciò che vogliamo ottenere ci permetterà di rendere anche le nostre azioni più dettagliate.
  • Quando? La definizione delle tempistiche ha, all’interno dell’acronimo, un proprio spazio ma è importante definire fin da subito un intervallo temporale in cui inserire il nostro obiettivo.
  • Dove? Quali sono i luoghi e gli spazi rilevanti per il raggiungimento del tuo obiettivo?
  • Perché? Che cosa ti spinge a voler centrare il tuo obiettivo? Quali le tue motivazioni? Perché l’obiettivo che ti sei posto è così importante per te?

M - MEASURABLE - Misurabile

Un obiettivo efficace deve essere misurabile, definendo dei parametri specifici di misurazione che permettano di specificare il “cosa” si intende misurare e il “come” si intende misurarlo. Avere un’unità di misura di riferimento renderà più semplice la misurazione dei progressi fatti ma in caso contrario è possibile farlo comunque stabilendo delle scale di misurazione soggettiva.

A - ACHIEVABLE - Attuabile

L’obiettivo deve avere un adeguato livello di sfida rispetto alle competenze percepite e possedute. In questo modo l’atleta sarà motivato ad impegnarsi e sacrificarsi per raggiungerlo. Un obiettivo troppo semplice stimolerà porterà l’atleta ad annoiarsi mentre un obiettivo da lui percepito irraggiungibile lo porterà a vivere uno stato di ansia.

R - RELEVANT - Rilevante

Impegnarsi nel raggiungimento di un obiettivo vuol dire sacrificio e fatica. Questo è il motivo per cui un obiettivo, per essere efficace, deve essere percepito dall’atleta come rilevante. Maggiore sarà l’importanza che esso darà all’obiettivo e maggiore sarà l’impegno e la dedizione che metterà in campo.

T - TIME BASED - Temporizzabile

Tutti gli obiettivi efficaci hanno bisogno di una tempistica ben precisa. È necessario definire uno spazio temporale su cui concentrarsi e una data entro la quale l’obiettivo deve essere realizzato. Stabilire una tempistica corretta ci permetterà di usare al meglio il nostro tempo e le nostre risorse garantendoci successo ma anche benessere.

E - ECOLOGICAL - Ecologico

Il percorso che porterà al raggiungimento dell’obiettivo deve essere coerente con la cultura, l’identità e i valori di chi se lo pone. Nello stabilire un obiettivo efficace è necessario considerare le conseguenze e l’impatto che questo potrà avere sull’atleta e sulle persone che lo circondano.

R - RECORDED - Registrato

Con il termine registrare s’intende scrivere nero su bianco. Quando scriviamo i nostri obiettivi prendono forma, passano dalla forma astratta a quella concreta. È questa la più grande differenza tra un sogno e un obiettivo. Un obiettivo scritto ha il vantaggio di essere ricordato con maggiore facilità e responsabilizza il soggetto a proseguire il percorso per il suo raggiungimento.

Definire degli obiettivi efficaci con il metodo SMARTER vuol dire aumentare le possibilità di successo. Dedicare attenzione e tempo a questa fase ti garantirà un bel vantaggio!

Ti ho convinto a creare i tuoi obiettivi in modo SMARTER?

Condividilo:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Condividi su print